La biblioteca di IspirazioneSportiva.com oggi si arricchisce di una chicca di un giovane allenatore sardo.

Francesco Satta, nato in Sardegna, 36 anni fa, è un tecnico educatore nel calcio dall’età di 19 anni. Laureato in Scienze Motorie e specializzato in Scienza e Tecnica dello Sport, ha lavorato in settori giovanili dilettantistici e professionistici, militando nel Bologna F.c. per 8 anni fino ad allenare la categoria U16 nazionale. Dopo due anni di esperienza in Spagna, dove ha continuato la formazione calcistica allenando e conseguendo i titoli Uefa nei corsi di formazione, è attualmente collabore tecnico della prima squadra del Mantova 1911.

Dall’esperienza maturata in varie squadre, e cosa di non poco conto, essendo figlio d’arte, col padre Salvatore storico e apprezzatissimo tecnico delle giovanili della squadra locale della Pgs Ploaghe 1994, ha deciso di metter su un progetto chiamato “Life Skills: gioco o son desto?” che l’autore descrive così:

Life skills: Gioco o son desto?” è un manuale teorico-pratico su come allenare le Abilità per la vita nel calcio. Visti gli argomenti trattati, il testo è adatto, e consigliato, a tutte le figure formative che interagiscono con la vita dei bambini e delle bambine dei nostri giorni. Affronta tematiche comuni, ma allo stesso tempo spinose per chi, come genitori, insegnanti, e tecnici sportivi, dedica la propria vita all’insegnamento e all’educazione dei soggetti in età evolutiva. L’introduzione iniziale spiega in maniera chiara quali sono le Abilità per la vita, mentre il cuore del testo ripropone eventi ed episodi, che collegano le Life skills agli ambienti in cui i più piccoli passano la maggior parte del loro tempo, con una serie di piccoli consigli per riuscire a sviluppare in ogni situazione le capacità in questione. La parte finale riunisce invece una serie di esercitazioni suddivise per fasce d’età, che aiutano il tecnico a comprendere, in maniera più pratica, quali mezzi e metodi si possono utilizzare nei campi di calcio, allenando i propri giocatori ad essere non solo dei giocatori migliori, ma anche e soprattuto, delle persone migliori“.

Il libro si può trovare sul sito youcanprint.it