La biblioteca di Ispirazione Sportiva oggi presenta un tris di libri su tre fuoriclasse, a loro modo unici nella classe ma diversi nelle modalità di riuscita dell’essere il top: Fragile, di Marco Van Basten, Io, Ibra, di Zlatan Ibrahimovic e Un Capitano, di Francesco Totti.

Per primo sul pianeta calcio arriva il Cigno di Utrecht, quel Marco Van Basten che cresce lungo il mito di Cruijff, combatte contro i dolori di caviglie martoriate anche da interventi chirurgici sbagliati, lotta con dubbi, risale per la certezza del numero uno, ma si ritira ad appena 28 anni.

Anni dopo, sempre l’Olanda scopre un ragazzo di Malmoe, svedese dal carattere unico, Zlatan Ibrahimovic, che si racconta fra trionfi, fuochi d’artificio (Guardiola, 2009) e una vita sempre sul filo del rasoio.

Più vecchio di 5 anni, Francesco Totti, classe 1976, si apre nella sua biografia sull’amore per la sua Roma, tra gol, infortuni (2006) e una carriera con due soli colori, il giallo e il rosso.

Sono tre capolavori che non possono mancare nelle librerie sportive.

Marco Van Basten, Fragile, con Edwin Schoon, Mondadori editore, 345 pag.
Io, Ibra, Zlatan Ibrahimovic, con David Lagercrantz, BestBur, 389 pag.
Un Capitano, Francesco Totti con Paolo Condò, Rizzoli editore, 503 pag.